:: Il postino autoritario ::

Premetto che io rispetto tantissimo il lavoro del postino o portalettere dir si voglia, come tutti quei lavori che non vorrei mai e poi mai fare, quelli con un 50% di fegato usurato dall’interazione con l’umana specie.

Detto ciò.

——————

Non so a voi che effetto fa sentire il motorino del postino che si avvicina.. a me brutto, bruttissimo. Lo vivo come un incubo mattutino. Son lì che mi faccio i cazzi miei..sento che si ferma..e dico “dai riparti che non c’ho cazzi di scendere…..” e sto con l’ansia fino a quando sento che sta ripartendo.

Noi abbiamo un postino anomalo, il nostro postino è autoritario. Con lui non si scherza. Avete presente la portinaia di Aldo Giovanni e Giacomo? Ecco soffre della stessa sindrome ma lui è più pelato.

Ha lo sguardo di chi SA, ti guarda con aria di sufficienza, e non ti parla. Ti da ordini.

Il postino suona due volte, Lui anche, ma…….. prolungato!  in modo che se per sbaglio non si fosse svegliata la bambina con il primo squillo, con il secondo è CERTO che si sveglia e inizia a bestemmiare, e tu con lei.

Devi correre al campanello, perchè se no RISUONA!

Non sei libera di dire “dai mettimi la cazzo di cartolina”

NO! I tempi in cui ritirare una raccomandata poteva essere una scelta sono FI-NI-TI!

Se lontanamente sospetta che ci sei, ti frantuma il cazzo fino a che non rispondi.

A quel punto raccogli i coglioni con il cucchiaino e vai a fare la solita patetica scenetta al citofono:

io: “Si?”

lui non dice come tutti gli altri: “sono il postino, ci sarebbe da firmare” “Posta, c’è una raccomandata per ..” no lui te lo ordina.

“Scenda (ommissis: e anche di corsa) che DEVE firmare.”

così se tu per sbaglio avevi il dubbio che scendere poteva essere una scelta, nonostante i  4 squilli di campanello, ora tutto ti è chiaro.

Scendi di corsa, ti consegna la posta e dice “ASPETTI”  “Faccia la firma qui, e che sia LEGGIBILE” ogni tanto aggiunge anche “QUESTA VOLTA” quando dice “questa volta” io vorrei mettergli una mano in bocca e fare nodi marinareschi con il suo intestino tenue

Quindi signori con il mio postino non si scherza:

scendere SUBITO al primo squillo, ma per sicurezza già PRIMA…quando sentite il motorino avvicinarsi

fare le scale a 2 a 2 e se son dispari non ricominciare da capo perchè NON C’E’ TEMPO!

uscire sorridere aspettare FIRMARE LEGGIBILE , ringraziare e tornare in casa.

io lo so.

Un giorno mi gireranno i coglioni, scendero’ con la katana e firmero’ con il suo sangue.

in modo leggibile.

Leave a Reply

Your email address will not be published.