Il referendum – uno strumento popolare

Io non capisco.
Giuro mi ci impegno, mi metto nei panni di tutti, e ancora non capisco.

Vi viene chiesto un parere. viene chiesto a ognuno di voi.
Non vi si chiede se preferite..la birra o il vino, che uno puo’ dire “bah sai…dipende”, no vi viene chiesto

BLABLABLABLA

SI. NO.

cazzo non è difficile, puoi anche andare e palesare la tua ignoranza scrivendo “siete tutti dei pagliacci” ma anche “viva la figa” se ti è più consona come risposta.
Perchè nessuno ti chiede di informarti se non lo vuoi, ci sono tantissimi informati che possono dire la loro, il loro SI o il loro NO.

Tu che non vai a votare invece te ne fotti. E non te ne fotti solo della privatizzazione dell’acqua, o della possibilità di creare centrali nucleari…etc etc no.

Tu te ne fotti di me, di tuo padre, dei tuoi nonni, dei tuoi amici e di tutti coloro che HANNO un parere e si sentono ORGOGLIOSI di poterlo esprimere direttamente.

Perchè il tuo non voto, puo’ annullare il loro.. e io ci scommetterei *non sto a dire cosa* che tu..che fai parte del 59% che oggi non è andato a votare, se non rientri tra quelli che andranno domani per motivazioni varie, domani sera..guarderai il TG (il Tg1 probabilmente) e se diranno “raggiunto il quorum” ti sentirai a posto, è come se ci fossi andato…ma se dicessero “non è stato raggiunto il quorum” non ci sarà la sordida vocina del cazzo del tuo unico neurone bacato a dirti “ma il mio voto avrebbe cambiato qualcosa?” no.. fra anni però io spero sentitamente che ti rovescino le scorie nucleari sotto il culo, lì vicino alla tua falda acquifera.

Perchè poi io mi incazzo.. e se fosse per me se non passa il quorum (e ne dico una per tutte) IO SO ESATTAMENTE dove andare a fare le centrali nucleari e dove depositare le scorie…
si dovrebbero spulciare i comuni con minor affluenza, quelli a cui evidentemente non gli cambia un cazzo, e fare un bel sito lì , una bella centralina nucleare con i reattori di undicesima generazione, in cui far lavorare i tuoi figlioletti, che colpa non ne hanno, se non quella di averti come genitore.
non che questo migliori la condizione del Paese, ma sai un filo di rivincita personale.

del resto a te non te ne fotte un cazzo di me e di mezza Italia (si spera mezza +1) quindi non ho capito perchè io dovrei preoccuparmi per te.

anzi, proprio dal cuore, sentitamente VAFFANCULO. e vergognati. ma non poco.

Leave a Reply

Your email address will not be published.